Facebook Twitter Gplus LinkedIn YouTube E-mail RSS
Home audiovisivi Torniamo alla Lira?
formats

Torniamo alla Lira?

 

Sono tempi duri, tempi di crisi.
Ormai la crisi ci circonda ovunque. Il problema non è l’andamento delle borse, la crisi ormai la vedi, la senti quotidianamente nella vita di tutti i giorni. Per esempio ieri sera sono andato nella mia solita pizzeria e ho scoperto che hanno modificato il menu, lo hanno adattato al periodo di crisi, di austerity. La pizza 4 stagioni è stata ridimensionata a pizza 2 stagioni, al massimo 3, ma con un sovrapprezzo, la “mare e monti” è stata divisa: o Mario o Monti. Sono tempi in cui non bisogna esagerare. La capricciosa non c’è più, al massimo trovi una che si lamenta ogni tanto, ma poco eh, perché c’è crisi. I venditori di automobili, quelli che un tempo facevano i soldi vendendo i SUV, i Fuoristrada, i 4×4, adesso non vendono più auto 4×4, ma auto col 3×2 (ma come è ‘sta macchina, tutta storta, quante ruote c’ha?). E anche le farmacie, per far risparmiare gli italiani, venderanno 3 medicinali al prezzo di 2, tre medicinali diversi però. Quindi se vuoi risparmiare quando hai il raffreddore è meglio che ti fai venire contemporanemente pure le emorroidi e le coliche. Quasi tutti i negozi non riescono a vendere, ormai gli unici negozi pieni sono quelli in “svendita per chiusura attività”, o quelli che vendono le cose di seconda mano. Proprio l’altra sera sotto casa mia ha aperto un negozio di preservativi usati, i clienti erano pochi ma il negoziante assicurava che molti erano già venuti. Comunque quelli più preparati ad affrontare la crisi sono sicuramente i romani, da sempre grandi risparmiatori, risparmiano su tutto, anche sulle parole: amò, che stai a fa, nun ce pensà, m’hai rotto er cà. C’è crisi. L’altro giorno sono entrato in Chiesa in cerca di conforto e ho visto una statua della Madonna che stava con le braccia aperte, come a dire “mi dispiace ma anch’io nun c’ho più ‘na lira” (e ha detto così perché l’euro in Paradiso non l’ hanno voluto! Mica scemi). Sono uscito sconsolato dalla Chiesa, me ne stavo tornando a casa in macchina quando, ad un semaforo, è arrivato un lavavetri, ha visto la mia auto e mi ha lasciato un euro. Che bei tempi quando c’era la lira, si stava bene anche quando non c’avevi una lira.

Pin It
 
Tags: , , ,

4 Risposte

  1. GRANDE,GRANDISSIMO COME SEMPRE, MI FAI ” SBUDELLARE ” DALLE RISATE !!!SEI SEMPRE TU E SARAI COSI’ ,FORTISSIMO , ANCHE FRA “100 ANNI “.. CIAO CARO AMICO MIO SALVATORE !

  2. ZIROMA PIERO

    MENO MALE, CI SEI ANCHE TE, NON LO SAPEVO.
    COME PROCEDE QUEL PROGETTO DI TEATRO DI CUI PARLAMMO IN PIAZZA A GROTTAFERRATA QUALCHE TEMPO FA?? DAL NOSTRO SINDACO SEMPRE PICCHE??

    • Ciao Piero… eccoci qua, anche tu sei caduto sul mio blog accidentalmente o come? riguardo il progetto teatrale ho poi abbandonato l’idea perché sono molto impegnato e per ora non avrei il tempo di seguire il progetto con l’attenzione dovuta. Spero di sentirti presto e continua a seguirci. Sal

Tu devi essere loggato per scrivere un commento

credit
© blog... di scarsa utilità sociale