Facebook Twitter Gplus LinkedIn YouTube E-mail RSS
Home editoriali Fight Club alla vaccinara
formats

Fight Club alla vaccinara

Alcuni quotidiani hanno riportato la notizia di una tendenza in voga presso certi gruppi di giovani: organizzare in una piazza cittadina una mega rissa utilizzando il passaparola dei network sociali. A quanto risulta, l’allestimento dell’evento prevede orari, regole d’ingaggio, equipaggiamento fino ad arrivare alla miscela di alcol da assumere per eccitare la propria aggressività, o lenire le conseguenze di quella altrui. La cosa funziona così: qualcuno decide di menare le mani, posta su un network dove quando come, e se la proposta è gradita, ci si ritrova insieme a centinaia di fans di “fight club” a terrorizzare una piazza di una qualunque città fino all’arrivo delle forze dell’ordine e/o delle autoambulanze. Prima che tutto cominci – stordimento alcolico a parte –  è bene riprendere la scena magari con uno smartphone, o avvisare qualche cronista sempre a caccia di notizie, così se non ci saranno complicazioni, si potrà trascorrere una simpatica serata tra il pronto soccorso e la caserma dei Carabinieri. Tutto qui? Neanche per sogno! In un momento come questo, può essere tralasciata la comprensione delle cause di tale inquietudine? A detto scopo, una ristretta selezione di questi inquieti “fighters”,  sarà cooptata a colpi di esclusive dal fior fiore del giornalismo audiovisivo, grazie al quale, sintonizzandoci sugli specials in onda prossimamente su Rai 1, Rai 2, Rai 3, Rete 4, Canale 5, Lucignolo, 8.30 della 7 etc, verranno svelati i reconditi significati del fenomeno. Un suggerimento ai fighters: quando vi prudono le mani e volete dare un’utilità sociale al vostro disagio, anziché andare in una piazza inerme, dirigetevi direttamente presso le redazioni dei programmi destinate ad ospitarvi, almeno ne guadagneranno l’ordine pubblico, l’indagine sociologica, la qualità delle immagini oltre all’affollamento delle  astanterie dei pronto soccorso. Eppoi si dice che l’idiozia non paga! Non sarà che qualcuno ce campa, co’ ‘sta roba?

Pin It
 

2 Risposte

  1. ambulanze a sirene spiegate per soccorrerli? perché non li lasciano fare fino allo sfinimento… poi vediamo se continuano con queste calzate…

  2. angela scafetti

    La noia è una brutta bestia. Per questo fanno così

Tu devi essere loggato per scrivere un commento

credit
© blog... di scarsa utilità sociale