Facebook Twitter Gplus LinkedIn YouTube E-mail RSS
Home editoriali Lessico e nuvole 3
formats

Lessico e nuvole 3

L’istruzione è una cosa seria non si può prendere sottogamba. Bisogna studiare. Al primo esame di biologia, hanno chiesto a un mio amico: “Quand’è che un essere si può definire unicellulare?” E lui ha risposto: “Un essere si può definire unicellulare quando ha un telefonino solo”. Per evitare di trovarsi impreparati davanti a simili domande, il professore ci ha sempre invitati a fare della propria lingua oggetto di studio. Seguendo questo consiglio ho cercato di farmi un dizionario personale per cercare di capire meglio la realtà lessicale italiana. Eccone un esempio:

BAROMETRO: strumento che serve a prendere la temperatura a Bari.
GABBIANO: grosso uccello che sta chiuso in gabbia.
DONNOLA: femmina dell’uomolo.
MONOTEISTA: che prende un te alla volta.
RINGHIERA: cancellata aggressiva.
SALVELOX: saluto che non fa male quando si leva.
ALUNNO: scolaro di Attila.
ANNEGARE: affogare negando.
STOLTO: che non è dlitto.
DISSENTERIA: filosofia del dissenso.
AUTOCRITICA: auto da revisionare.
CERNIERA: luogo dove si riuniscono tutte le cernie.

 

Pin It
 

5 Risposte

  1. Grazie delle risate che mi ha fatto fare il tuo dizionario. Secoli fa c’ era in giro fra gli ingegneri italiani qualcosa di simile, ma usava parole storpiate. Era associato a delle vignette. Se trovo il tempo te ne mando un paio. Buona giornata

  2. Paola

    Che forza! leggerti è proprio una “risiera”

Tu devi essere loggato per scrivere un commento

credit
© blog... di scarsa utilità sociale